La Presidente

Rosa Oliva, detta Rosanna Oliva de Conciliis

Nata a Salerno, da genitori napoletani, risiede a Roma. Laureata in Scienze Politiche e Sociali alla Sapienza-Università di Roma.
Ha ottenuto, con un proprio ricorso patrocinato dal Professor Costantino Mortati, la sentenza della Corte costituzionale n. 33 del 13 maggio 1960, la prima e una delle più importanti in materia di parità tra uomo e donna, che ha eliminato le principali discriminazioni per l’accesso ai pubblici uffici.
Per tredici anni funzionaria dello Stato, nell’Amministrazione finanziaria. Dopo un decennio, dedicato prevalentemente alla famiglia (ha due figli, Nicola e Gabriele) e ad attività sociali, ha svolto numerosi incarichi, dapprima come Commissario regionale dell’IPAB Conservatorio Santa Caterina della Rosa, che ha risanato, aprendo. La casa degli zii, per l’accoglienza di bambine e bambini anche neonati, poi come Consulente giuridica prima alla Camera e poi al Senato, nella XII e nella XIII Legislatura. Dal dicembre del 1999 al giugno 2001, Segretaria particolare della Sottosegretaria all’Interno e poi alla Sanità. Dal 2001 al 2003 ha svolto la parte giuridica della ricerca dell’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali su: Modalità organizzative delle strutture di assistenza palliativa e integrazione delle stesse nella rete dei servizi territoriali.
Dal 1974 a oggi all’attività professionale ha aggiunto un costante impegno volontario, in difesa dell’ambiente, per la valorizzazione dell’informatica e delle nuove tecnologie e a favore delle donne, dei bambini e dei soggetti più deboli e contro il dolore inutile.
Nel 2006 ha fondato, e ne cura tuttora il BLOG, l’Associazione Aspettare stanca, rivolta all’affermazione e alla promozione della presenza delle donne in politica e nei luoghi decisionali.
Nel 2010, dopo le celebrazioni del cinquantenario della sentenza della Corte costituzionale n. 33 del 1960, ha fondato e tuttora presiede la Rete per la Parità, APS, che, avvalendosi anche di un Comitato scientifico, promuove iniziative per rendere effettiva la parità in Italia e attivare un ponte tra le generazioni, diffondendo nelle scuole e nelle università la consapevolezza sulla condizione delle donne in Italia e nel mondo.
Dal 2016 coordina il Gruppo di lavoro per l’obiettivo 5- Parità di genere, nell’ASviS – Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, che riunisce circa trecento tra le più importanti istituzioni e reti della società civile, fondata per far crescere la consapevolezza dell’importanza dell’Agenda ONU per lo sviluppo sostenibile 2030.
Nel 2020 ha lanciato il Comitato 603360 per le celebrazioni dei 60 anni della sentenza n. 33/60 mediante eventi, tuttora in corso, organizzati da circa sessanta tra Associazioni, Enti, Organismi e Università. Clicca qui
È presente sui social, è un’apprezzata relatrice a convegni e corsi di formazione, nonché a iniziative presso Scuole e Università.
Riconoscimenti: Cavaliere di Gran Croce, tra le 100 eccellenze italiane del 2020, Premio Minerva Per l’uguaglianza di genere nel 2010, Targa della Società Scientifica Clinici del Dolore-S.I.C.D. nel 2000.
Pubblicazioni: 2019, Rosanna Oliva, Quando il Vesuvio aveva il pennacchio – Vi racconto la mia Napoli, Guida Editori; 2016, Anna Maria Isastia e Rosa Oliva, Cinquant’anni non sono bastati – Le carriere delle donne a partire dalla sentenza n. 33/1960 della Corte costituzionale e Monica Marelli e Rosanna Oliva, Cara Irene, ti scrivo – Un messaggio alle donne e agli uomini di domani, con Scienza Express Edizioni; 2006, Mario Attorre, Rosanna Oliva e Fabio Attorre, In difesa del Parco di Veio, IISF

FB: Rosanna Oliva de Conciliis – Twitter: @Rosanna_Oliva – IG: @rosannaoliva_ – LinkedIn: Rosanna Oliva