Dallo Statuto della Rete per la Parità

Articolo 8… le componenti ed i componenti del Comitato Scientifico sono nominati dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo. Per il biennio 2010/2011 il CS è costituito dalle persone rispettivamente designate da ciascuno dei componenti del Comitato promotore nazionale che ha organizzato le celebrazioni della sentenza n. 33/60 della Corte Costituzionale che ha abolito le discriminazioni di genere nelle principali carriere pubbliche.

Articolo 13 IL COMITATO SCIENTIFICO

1. Il Comitato Scientifico è composto da personalità del mondo della cultura, della ricerca e delle scienze sociali ed è rinnovato ogni biennio.
2. Per il biennio 2010-2011, il Comitato scientifico, è costituito dalle persone rispettivamente designate da ciascuno dei componenti del Comitato promotore nazionale che ha organizzato le celebrazioni della sentenza n. 33/60 della Corte Costituzionale che ha abolito le discriminazioni di genere nelle principali
3. Per i bienni successivi il Comitato scientifico è nominato con delibera assembleare su proposta del Consiglio Direttivo. I componenti sono individuati oltre che tra i componenti del precedente Comitato, anche tra personalità appartenenti ad altri Enti, organismi associazioni che condividano le finalità
5. I componenti possono essere confermati senza limite di mandato.

Art. 1 Obiettivi

1. La RxP si avvale della collaborazione del Comitato Scientifico per assicurare la validità scientifica e la correttezza tecnica delle proposte e dei rapporti pubblicati sulle materie di competenza.

2. Il Comitato Scientifico potrà proporre temi e ricerche su cui impegnare la RxP e tali proposte saranno discusse dal Direttivo e/o dall’Assemblea.

3. Il Comitato Scientifico esprimerà valutazioni indipendenti.
La valutazione potrà essere anche preliminare e di orientamento.

Art. 2 Composizione

1. A termini di Statuto (art. 8 ) le componenti ed i componenti del Comitato Scientifico sono nominati dall’Assemblea su proposta del Consiglio Direttivo. Per il biennio 2010/2011 il CS è costituito dalle persone rispettivamente designate dagli organismi componenti il Comitato promotore nazionale che ha organizzato le celebrazioni della sentenza n. 33/60 della Corte Costituzionale che ha abolito le discriminazioni di genere nelle principali carriere pubbliche.
Tali organismi devono essere soci della Rete per la Parità. Le designazioni di cui alla delibera dell’Assemblea del 28 marzo devono riguardare soci in regola con il pagamento di almeno una quota annuale effettuata entro la data della prima convocazione formale.

2. Per i bienni successivi il Comitato scientifico è nominato con delibera assembleare su proposta del Consiglio Direttivo. Le/i componenti sono individuati, oltre che tra le/i componenti del precedente Comitato che abbiano fattivamente svolto il loro ruolo all’interno del CS e confermino la loro disponibilità, anche tra nominativi segnalati da organismi soci della Rete per la Parità, e tra alte personalità appartenenti ad altri enti, organismi associazioni che condividano le finalità

3. Le/i componenti possono essere confermati senza limite di mandato.

Art.3 Indipendenza e incompatibilità

1. Le /i componenti del CS svolgeranno la loro funzione con carattere onorifico e non retribuito.

2. Il Comitato Scientifico opererà in autonomia. Per assicurare ciò esiste incompatibilità tra le cariche dell’Associazione e il Comitato Scientifico. Tuttavia la Presidente del CS sarà sempre invitata/o al Direttivo della RxP per partecipare allo stesso, con voto solo consultivo, e potrà farsi sostituire, anche in via permanente, da altra/o componente del CS.
Analogamente la presidente del’Associazione Rete per la Parità o una sua delegata individuata, anche in via permanente, tra le/i componenti del Consiglio Direttivo della RxP, parteciperà alle riunioni del CS.

Art. 4 Sostitute/i

1. Nella prima riunione il CS eleggerà una presidente e una/un vicepresidente e deciderà se prevedere la possibilità per le/i referenti di farsi sostituire con un/una supplente delegata allo scopo, che potrà, ove necessario, essere autonomamente sostituita.

2. La Presidente del CS può nominare una/un segretario, anche al di fuori del Comitato, che, oltre a coadiuvare lo stesso nell’esercizio delle sue funzioni, funge da verbalizzante le riunioni.

3. Il CS si riunisce almeno tre volte l’anno, secondo le convocazioni della Presidente del Comitato. La prima convocazione è effettuata a cura della Presidente della RxP.

Art. 5. Collaborazioni

1. Il CS può anche avvalersi della collaborazione di persone esperte, scelte per la loro specifica competenza, sui problemi che formano oggetto dell’attività della RxP. Queste partecipano alle riunioni del Comitato solo con voto consultivo, né sono conteggiate a fini del quorum per la validità della seduta.

Salvo particolari accordi anche per le/gli esperti la funzione è svolta con carattere onorifico e non retribuito.

Art. 6 Attività

1. Le attività del CS consistono:

  • nel compiere analisi e ricerche utili per la valutazione dello stato della Parità uomo-donna in Italia, nel contesto europeo e in altri paesi, la valutazione sull’efficacia delle diverse modalità di intervento, l’individuazione e validazione di indicatori di qualità delle possibili modalità innovative
  • nell’organizzare almeno annualmente un evento (convegno, seminario, corso di aggiornamento, ecc.) di alto contenuto scientifico, volto anche alla diffusione delle ricerche e delle attività realizzate
  • nel valutare e promuovere, in accordo con il direttivo della RxP, la pubblicazione di articoli e memorie scientifiche su riviste nazionali ed estere
  • nel collaborare per attività formative
  • nel promuovere e favorire la collaborazione scientifica e culturale della Rete per la Parità a livello europeo e internazionale

2. I risultati delle attività svolte e le pubblicazioni saranno esclusiva proprietà della RxP, fatti salvi i diritti di proprietà intellettuale delle autrici e degli autori, disciplinati dalle leggi vigenti in materia.

Art. 7 Regolamento del Comitato Scientifico

1. Il CS ha la facoltà di redigere ulteriori disposizioni per il suo funzionamento per definire quanto non previsto dal presente regolamento. Tali disposizioni dovranno essere sottoposte all’approvazione del Direttivo ai fini dell’integrazione del regolamento stesso.

- – - – - – -

segreteria.reteperlaparita@gmail.com

Gruppi FB “Rete per la Parità” e ”Dal Comitato 503360 alla Rete per la Parità

Condividi su

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>