Non una festa ma l’occasione per ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne e per riflettere sulla condizione femminile e sulle discriminazioni e violenze che hanno subito e subiscono ancora le donne in Italia e nel mondo.

Una giornata per meditare sulle disuguaglianze di genere e in quest’ottica segnaliamo e aderiamo al suggerimento del Soroptimist International d’Europa – SIE, di camminare con scarpe diverse per la parità di genere.

È in corso a New York la 67^ Sessione della Commissione delle Nazioni Unite sulla condizione delle donne – CSW che è iniziata il 6 e si concluderà il 17 marzo. La CSW è una Commissione funzionale del Consiglio economico e sociale delle Nazioni Unite ed è la principale sede politica mondiale dedicata all’eguaglianza di genere e all’emancipazione della donna. Quest’anno il tema prioritario è “L’innovazione, il cambiamento tecnologico e l’educazione nell’era digitale per raggiungere l’uguaglianza di genere e l’empowerment di tutte le donne e le ragazze“, e il tema in revisione, “Sfide e opportunità nel raggiungimento dell’uguaglianza di genere e dell’empowerment delle donne e delle ragazze rurali“.

L’Italia, in collaborazione con UNESCO, UNICEF e UN Friends for Education & Lifelong Learning, ha organizzato per il 7 marzo un evento collaterale dal titolo Rewiring the Network, Digital Education & Skills for Girls’ & Women’s empowerment. Ha inoltre organizzato con Burkina Faso, Zambia, Unione europea, insieme all’Unicef e al Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione (UNFPA) il side event, che si terrà il 9 marzo, dedicato al tema delle mutilazioni genitali femminili Harmful Practices: Catalyzing Innovation to End Female Genital Mutilation and Child Marriage”,

Il pensiero della Rete per la Parità è rivolto alle tante donne che per sfuggire, insieme con figlie e figli, a conflitti, persecuzioni e disastri ambientali, perdono la vita, come è accaduto pochi giorni fa sulle coste crotonesi.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.