Articoli

Rete per la Parità ha aderito alla manifestazione nazionale che si terrà a Roma sabato 25 settembre alle ore 14 in Piazza del Popolo.

Invitiamo a divulgare e a partecipare.

Di seguito il comunicato ufficiale:

TULL QUADZE / TUTTE LE DONNE

La voce delle donne per prendersi cura del mondo

SABATO 25 SETTEMBRE ORE 14 PIAZZA DEL POPOLO

Dalla pandemia abbiamo imparato una lezione: lottare per praticare quella cura che ha al centro la vita degli esseri umani, della natura e di tutti i viventi. Altrimenti, la risposta sarà sempre la stessa: ingiustizia, disuguaglianza, sfruttamento degli esseri umani e della nostra terra e alla fine guerra e distruzione. L’Afghanistan è il tragico specchio del cinismo di tutti i poteri, dei torbidi inganni del paternalismo della cura che funziona solo con i cerchi concentrici del prima, la famiglia, la nazione, mai la comune umanità. Per questo, quel che accade nel paese è della stessa pasta delle morti nel Mediterraneo, delle torture in Libia, degli accampamenti nei Balcani, teatro di efferate violenze sui corpi delle donne. Dobbiamo imparare le lezioni che questi durissimi decenni di crisi economica, malattia, guerra, devastazione ambientale ci hanno impartito. Le donne, che pagano sempre il prezzo più alto di queste scelte, stanno gridando che bisogna cambiare: partire dai bisogni, dai diritti, dalle idee, dalla fatica significa prendersi cura del mondo invece che sfruttare il mondo, prendersi cura delle persone e della terra in cui viviamo, invece che usarla per affermare profitto e dominio. Per la prima volta da decenni ci saranno risorse da spendere, in un’Europa benestante e ingiusta. Non un euro per scelte di dominio e sfruttamento, non un euro per le armi. Tutte le risorse, tutte le nuove leggi, dal fisco al lavoro, dall’ambiente al welfare per curare il mondo, sanare le ingiustizie, restituire a chi ha perduto e sofferto. E’ tempo di usare tutti gli strumenti della nostra incompiuta democrazia per la conquista della libertà di tutte. Per questo andiamo in piazza. La pandemia, la crisi climatica, le tragedie delle guerre e delle migrazioni ci chiedono una rivoluzione:

LA RIVOLUZIONE DELLA CURA

L’Assemblea della Magnolia

Per adesioni scrivere a: segreteria@casainternazionaledelledonne.it

Fonte foto: casainternazionaledelledonne.org

Una delegazione di rappresentanti delle oltre 80 associazioni di donne e terzo settore, tra cui reti e associazioni come Donne per la salvezza, Le Contemporanee, ASviS, Fuori Quota, Soroptimist International Italia, Rete per la Parità, Casa Internazionale delle Donne Roma, Associazione Orlando Bologna, Differenza Donna, Pangea, Be Free e molte altre, è stata ricevuta il 18 agosto (https://www.reteperlaparita.it/afghanistan-associazioni-donne-subito-corridoi-umanitari-varare-piano-per-accoglienza/) in Farnesina dal Sottosegretario Benedetto Della Vedova con delega ai diritti umani e da alcuni funzionari, a seguito della lettera aperta per l’attivazione di corridoi umanitari per accogliere rifugiati afghani in Italia. (https://ilmanifesto.it/le-donne-fanno-rete-per-laccoglienza-subito-corridoi-umanitari-dallafghanistan/)

Il Sottosegretario Benedetto Della Vedova ha dato disponibilità completa ad accogliere migranti da parte delle organizzazioni, ha illustrato situazione drammatica sul campo e preannunciato passi avanti concreti in coordinamento con le istituzioni italiane. (https://www.esteri.it/mae/it/sala_stampa/archivionotizie/comunicati/nota-farnesina-afghanistan-della-vedova-incontra-rappresentanti-delle-associazioni-per-la-tutela-dei-diritti-delle-donne.html#.YR6gmyHQiVs.twitter)

Nell’analisi offerta dalle associazioni è emersa la necessità di dettagliare il numero di persone migranti che il nostro Paese ritiene di poter accogliere, come già fatto da Gran Bretagna e Canada, le modalità di accoglienza, bloccando nel contempo i rimpatri o le ricollocazioni delle persone afghane già nel nostro Paese. È stato richiesto di attivare un dialogo con gli enti locali partendo dal coinvolgimento di ANCI in una prospettiva di collaborazione tra terzo settore ed enti locali; le organizzazioni hanno richiamato la forte necessità di una risposta europea di cui l’Italia faccia da apripista, andando oltre le diatribe politiche che caratterizzano il tema migrazioni da sempre. Si è poi fatto presente la contrarietà delle associazioni a un’unica azione di sostegno ai paesi di prima accoglienza dei rifugiati afghani, tutti paesi con una scarsa tutela dei diritti fondamentali.

Gli interventi delle rappresentanti presenti, tra cui quello di Gabriella Anselmi della Rete per la Parità, si sono concentrati sulla necessità di arrivare rapidamente a soluzioni concrete, sull’opportunità o meno di creare un fondo ad hoc su cui dirottare eventuali raccolte di denaro da destinare a progetti di cooperazione, sviluppo, formazione e accoglienza nel nostro Paese e in Afghanistan, di cui le istituzioni, insieme alle organizzazioni più attive, si facciano garanti e parte attiva.

Tra le richieste delle associazioni anche un’attenzione particolare al mondo dell’istruzione e della formazione per rifugiate e rifugiati con un sostegno diretto a bambine e donne e per chi rimane a operare sul campo in Afghanistan. Un diretto coinvolgimento del mondo universitario italiano risulta fondamentale così come la protezione e la messa in salvo delle attiviste, delle femministe e che si sono spese in questi anni a Kabul e in altri territori del paese mediorientale, come azione di tutela delle esperienze virtuose per la crescita, la cooperazione e lo sviluppo della popolazione e del Paese.

Infine, in attesa del G20 sulla questione femminile previsto per il 26 agosto presieduto da Elena Bonetti che avrà all’ordine del giorno un focus specifico sulla situazione in Afghanistan, le associazioni hanno chiesto di organizzare un follow up più esteso nel mese di settembre in Farnesina, al fine di elaborare una strategia comune e concreta, anche alla luce dei prossimi fatti e delle decisioni dei singoli paesi europei, in una situazione in costante divenire.

Per aggiornamenti continua a seguire Rete per la Parità sui social.

Lettera al Governo, Commissione e Parlamento UE: ‘Farnesina ci riceva’

“La fuga verso l’Occidente da Kabul e l’avvento dei talebani, che hanno preso il comando dell’Afghanistan, preoccupano fortemente chi ha a cuore i diritti umani e la salvaguardia della vita di tutti i civili, specie di quelli più a rischio, come donne e bambini, il cui destino è nuovamente consegnato a un indicibile orrore. Sono nostre madri, amiche, sorelle. Non lo possiamo e non lo vogliamo più accettare. L’Europa deve agire, l’Italia deve reagire, noi donne e cittadine dobbiamo fare rete contro ogni violenza”. E’ quanto scrivono in una lettera indirizzata al presidente del Consiglio Mario Draghi, ai ministri Luigi Di Maio e Luciana Lamorgese e, per conoscenza, alla presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen e al Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, oltre 80 associazioni tra le quali Donne per la salvezza, Le Contemporanee, Soroptimist International d’Italia, Fuori quota, Rete per la Parità, ASviS, Casa internazionale delle donne di Roma, Casa internazionale delle donne di Milano, Manifestolibri, Human Foundation, InGenere, Un ponte per, Senonoraquando Libere, Politiche di genere CGIL…

“Quello che urge adesso è consentire a più donne, ragazze e bambine/i possibile di mettersi in salvo in queste ore in cui le maglie del controllo talebano sono ancora slabbrate. E sostenere chi decide di rimanere a lottare nel proprio paese, garantendo il monitoraggio internazionale sui diritti umani e delle donne in particolare”.

“Le organizzazioni firmatarie, e le/i singoli che possono farlo, si mettono a disposizione dello Stato e dell’Unione europea per contribuire ad ospitare chi è costretto a fuggire trovando per esse/i alloggi e ristori integrativi rispetto a quelli già inseriti nel sistema di accoglienza, nonché percorsi formativi e lavorativi che consentano loro una libertà e una sicurezza di lunga durata; e per contribuire a creare le condizioni per aiutare e salvare le donne in Afghanistan. Ogni vita salvata dalla violenza è una vittoria per qualsiasi democrazia degna di questo nome. Bisogna fare tutto e occorre farlo adesso” conclude la lettera.

Per adesioni: afghanistan@donneperlasalvezza.it

L’anno scorso abbiamo ottenuto il risultato della nomina da parte del Parlamento di due donne per la prima volta nell’AGCOM.
Siamo state in tante! Ci sono volute lettere di protesta di associazioni e di parlamentari, minacce di non votare ecc. Quanta fatica per far rispettare la Costituzione!
Di nuovo quest’anno il Parlamento deve procedere a un’importante nomina, quella di una/un componente nell’AGCM – Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato e di nuovo Rete per la Parità con DonneinQuota hanno chiesto con una lettera indirizzata ai Presidenti e ai Capigruppo del Parlamento che – a parità di curricula – nella scelta della/del nuovo componente si rispetti il dettato Costituzionale esposto nell’articolo 51 così come riportato: “Tutti i cittadini dell’uno o dell’altro sesso possono accedere agli uffici pubblici e alle cariche elettive in condizioni di eguaglianza, secondo i requisiti stabiliti dalla legge. A tale fine la Repubblica promuove con appositi provvedimenti le pari opportunità tra donne e uomini”.
L’AGCM è una delle più importanti Autorità di garanzia, alla quale è affidato un compito complesso che incide sull’assetto economico e sociale del Paese e richiede, quindi, competenze di settore nonché assoluta indipendenza. A ciò si aggiunga che il PNRR prevede la riforma della legge sulla concorrenza che potrebbe essere un’utile occasione anche per aggiungere nuovi strumenti per contrastare gli ostacoli verso la parità.
Dal 1990, anno della fondazione, ad oggi, solo due donne sono state nominate nell’AGCM, su un totale di 17 nomine.
“Anche se ancora nessuna notizia ufficiale è stata diramata – afferma Rosanna Oliva de Conciliis, Presidente della Rete per la Parità – la selezione ai fini del voto da parte del Parlamento deve essere aperta e trasparente, basata sull’esame dei curricula presentati a seguito dell’avviso diramato e secondo le procedure previste dalla Direttiva UE dell’11 dicembre 2018 (2018/1972)”.
“Le associazioni firmatarie – ribadisce Donatella Martini, Presidente di DonneinQuota – ritengono che l’autonomia di ogni Autorità è la prima condizione per l’esercizio indipendente delle relative funzioni, imposta, peraltro, da una serie di direttive e di regolamenti europei”.
Ci si augura che anche questa volta una ferma azione da parte dei Presidenti e dei Gruppi porti alla nomina di una persona competente e motivata anche al raggiungimento degli obiettivi del PNRR.

Nella Costituzione italiana il lavoro posto a base della Repubblica non è fine in sé, come scrisse Costantino Mortati, o mero strumento di guadagno, ma mezzo di affermazione della personalità del singolo, garanzia di sviluppo delle capacità umane e del loro impiego.

Il 23 giugno 2021 si conclude il ciclo di celebrazioni promosse dal Comitato Promotore 603360 che la Rete per la Parità, nel 2020, anno del decimo anniversario della sua fondazione, ha lanciato, su iniziativa della Presidente Rosanna Oliva de Conciliis, di Daniela Monaco e di Carla Mazzuca.
In questa data è stato organizzato, da “Paolo Galizia-History and Liberty” Foundation, l’evento “Differenze di genere in alcuni SSD dell’Area giuridica” presso la Sala delle Lauree di Scienze Politiche dell’Università La Sapienza, online su piattaforma Zoom, sul sito di Radio Radicale, sul canale youtube Sapienza MasterParlamenti e sui profili Facebook Fulco Lanchester e Masterparlamenti.

Come già avvenne nel 2010 per i cinquant’anni, si sono svolti numerosi eventi per celebrare i sessant’anni della sentenza della Corte costituzionale n. 33 del 13 maggio 1960, che eliminò le discriminazioni contro le donne nelle principali carriere pubbliche. Non formali celebrazioni ma occasioni per riflettere sull’attualità, con uno sguardo al passato ma proiettato verso il futuro, e individuare le strategie utili al raggiungimento degli obiettivi riguardanti la parità formale e sostanziale tra i sessi.

La pausa imposta dall’emergenza sanitaria ha obbligato a estendere gli eventi al 2021.

Come dieci anni fa, gli eventi sono stati organizzati da Organismi, Università, Associazioni, Enti ai quali ci accomuna la consapevolezza che, nonostante tanti successi, ancora la Parità è lontana. In particolare, le donne ancora sono sottoccupate e sottopagate e le loro carriere sono ostacolate.

L’esperienza di questi anni ha dimostrato la validità delle tre linee guida individuate dalla Rete per la Parità sin dalla fondazione e confermate dal Comitato Scientifico, per arrivare alla parità formale e sostanziale sancita dalla nostra Costituzione, obiettivo da perseguire anche in forza di numerose norme e convenzioni comunitarie e internazionali.

Mai più portatrici d’acqua
Per la presenza di donne qualificate nelle assemblee elettive e nei luoghi decisionali.
Mai più donne invisibili
Per liberare le donne italiane dal Burka mediatico e per assicurare il diritto all’identità di tutte e tutti attraverso l’attribuzione del doppio cognome.
Mai più discriminate sul lavoro
Contro le discriminazioni nell’accesso, nelle carriere e nelle retribuzioni, e contro ogni forma di violenza economica.


LASCIA LA TUA MAIL NEL SITO NEL BOX IN BASSO A DESTRA, CONFERMA RISPONDENDO ALLA PRIMA MAIL,  E RICEVERAI GLI AGGIORNAMENTI DEL SITO SULLA TUA POSTA ELETTRONICA

_________________________________________________________________

Per conoscere meglio la Rete per la Parità, in ogni puntata puntiamo i riflettori

su uno degli Organismi aderenti.

Ecco la seconda delle Associazioni Fondatrici:

soroptimist_logo

Soroptimist International d’Italia – A global voice for women

Soroptimist International è un’associazione mondiale di donne di elevata qualificazione professionale. Le socie rappresentano categorie professionali diverse, favorendo così il dibattito interno e un’ampia e diversificata circolazione d’idee che permette la creazione di progetti e service  efficaci.

L’attuale presidente è la dr.ssa Patrizia Salmoiraghi

IN EVIDENZA

Rete per la Parità –  LETTERA AL PRESIDENTE INCARICATO –  Leggi la notizia su:

ASviS
Il Sole24ore – Alley Oop del 30 agosto 2019
NOIDONNE
Il Sole24ore – Alley Oop del 27 Agosto 2019
La27ora

EVENTI

Milano – Sabato 7 Settembre – E’un gioco da ragazze! Torneo di calcio femminile – Inter, Milan e Sedriano – all’interno del Festival del Corriere della sera – Triennale – Viale Emilio Alemagna, 6

Roma – Giovedì 19 Settembre – Presentazione progetto O.R.A. – Open Road Alliance – ore 9.30 – Sala Capitolare presso il Chiostro del Convento di Santa Maria sopra Minerva – Piazza della Minerva, 38 Prenotati su eventibrite qui

Roma – Venerdì 20 Settembre – Roma 1849: Le Mazziniane” – seminario dedicato alle protagoniste  di un evento che ha segnato la storia italiana, con eco internazionale – ore 18.00 – Casa Internazionale delle Donne – Via della Lungara, 19 Leggi qui

Roma – Venerdi 11 e Sabato 12 Ottobre – A cento anni dall’abolizione dell’autorizzazione maritale – convegno di studi  in occasione del centenario dell’approvazione della Legge 17 luglio 1919 n.1176 – organizzato dalla Società Italiana delle Storiche con il Dipartimento di Scienze politiche dell’Università degli Studi Roma – Nel pomeriggio dell’undici relazione di Rosanna Oliva de Conciliis “Madri  ancora invisibili se i padri non sono d’accordo. La questione del cognome materno dopo il 2016.” – Università di Roma Tre – Via Ostiense 264 Leggi qui

Roma –  Sabato 19 e Domenica 20 Ottobre – Maker Faire Rome – Sponsorizzata dalla NASA e organizzata a Roma dall’Ambasciata degli Stati Uniti, l’ottava edizione della NASA International Space Apps Challenge Leggi qui

Napoli –  Mercoledi 13 e Giovedi 14 novembre –  FPA dedicato allo sviluppo del Sud e ai fondi europei. Al centro della due giorni, l’innovazione quale leva per garantire una crescita economica, sostenibile, intelligente ed inclusiva –  Organizzato da FPA e Regione Campania

BANDI

Un set a Milano, inviate a “Repubblica” i vostri soggetti da film Leggi qui

PA, 5000 nuove assunzioni Leggi qui

LETTURE

La Repubblica – Carlo Verdelli – Gabriella Palmieri, prima donna a guidare l’Avvocatura generale dello Stato Leggi qui

Policy Maker – Manola Piras – Ambiente, tutti i nomi della Commissione Via-Vas Leggi qui

Irene Tinagli- La grande ignoranza Leggi qui

NEWSLETTER

ASKA News

ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile)  Guarda anche ASviSwebTV

Newsletter dell’ICW-CIF

Guarda anche ASviSwebTV

DEA

DOL’s Magazine

Fondazione Pubblicità Progresso

Fondazione Unipolis – Newsletter 

GIO

inGenere

NOI DONNE

Power&gender

Società Italiana delle Storiche

L’impresa sostenibile

Vitaminevaganti

Per sostenere la Rete per la Parità:

1

SCARICA IL PROMEMORIA PER IL TUO COMMERCIALISTA E PASSAPAROLA

Inoltre:

– iscriviti, o paga la tua quota se già sei socia o socio.

– fa  una donazione tracciabile (con bonifico o carta di credito) e potrai detrarre l’importo  dalla tua prossima dichiarazione dei redditi.

Conto intestato alla Rete per la Parità Presso BANCA SELLA Piazza Santa Emerenziana 13/14/15, 0199 Roma.  IBAN IT 36 R 03268 03212 052896354321

2

LASCIA LA TUA MAIL NEL SITO NEL BOX IN BASSO A DESTRA E RICEVERAI GLI AGGIORNAMENTI IN AUTOMATICO

Per sostenere la Rete per la Parità:

1

SCARICA IL PROMEMORIA PER IL TUO COMMERCIALISTA E PASSAPAROLA

Inoltre:

– iscriviti, o paga la tua quota se già sei socia o socio.

– fa  una donazione tracciabile (con bonifico o carta di credito) e potrai detrarre l’importo  dalla tua prossima dichiarazione dei redditi.

Conto intestato alla Rete per la Parità Presso BANCA SELLA Piazza Santa Emerenziana 13/14/15, 0199 Roma.  IBAN IT 36 R 03268 03212 052896354321

_________________________________________________________________

Per far conoscere meglio la Rete per la Parità, punteremo ogni volta  i riflettori

su uno degli Organismi aderenti.

Iniziamo con le Associazioni Fondatrici.

 Il Consiglio Nazionale delle Donne Italiane (CNDI) è una federazione di associazioni femminili e miste impegnate per il miglioramento della condizione sociale delle donne, aperto a donne di ogni idea politica e di ogni religione. Fondata nel 1903, è il ramo italiano dell’International Council of Women, istituito a Washington nel 1888 sul principio della assoluta indipendenza dai partiti e dalle confessioni religiose. Organizza dibattiti culturali con iniziative su problemi quali l’appoggio alla formazione di cooperative femminili, l’istruzione delle donne analfabete, l’assistenza alle migranti, la ricerca della paternità, la gestione della beneficenza, la riforma dei Codici, il ruolo delle donne nelle diverse attività professionali, l’impegno contro la violenza sulle donne, contro lo sfruttamento della prostituzione e la tratta.

 L’attuale presidente è la dr.ssa Daniela Monaco, dal 1990 nello Zonta iinternational,

recentemente confermata Tesoriera della Rete per la Parità. Leggi qui

___________________________________________________________________

EVENTI

Parigi – In corso, chiude il 1 Settembre – Le città del fututo tra architetture sospese e nuove tecnologie in mostra a Parigi – Pavilion de l’Arsenal – Boulevard Morland, 21. Leggi qui

Roma – Ostia Antica – Martedi 16 Luglio – Carmina Burana in concerto – ore 21.00 – Teatro di Ostia Antica

Roma – Giovedi 18 Luglio – ore 9.30 – La riforma del Terzo Settore. Verso il nuovo registro unico nazionale – Regione Lazio, Sala Tirreno – via rosa raimondi garibaldi 7 – convegno organizzato dal “Sole 24 Ore” – Parteciperà l’Assessore regionale alle Politiche Sociali, Welfare ed Enti Locali Alessandra Troncarelli Leggi qui

Roma – Giovedi 18 Luglio – ProjectSprint “Plastic Free Beach” – iniziativa per studentesse, ricercatrici e professioniste di STEM – Scienze, Tecnologia, Ingegneria, Matematica. – WEEGIL – Largo Ascianghi, 5

Milano – 7 Settembre – E’un gioco da ragazze! Torneo di calcio femminile – Inter, Milan e Sedriano – all’interno del Festival del Corriere della sera – Triennale – Viale Emilio Alemagna, 6

Roma – 10/11 ottobre – A cento anni dall’abolizione dell’autorizzazione maritale -Università degli Studi Roma Tre – Dipartimento di Scienze Politiche – Via Gabriello Chiabrera, 199 – Nel pomeriggio del giorno 11 relazione di Rosa Oliva -Madri ancora invisibili se i padri non sono d’accordo: la questione del cognome materno dopo il 2016

Roma – 19/20 Ottobre – Maker Faire Rome – Sponsorizzata dalla NASA e organizzata a Roma dall’Ambasciata degli Stati Uniti, l’ottava edizione della NASA International Space Apps Challenge Leggi qui

Napoli –  13/14 novembre –  FPA dedicato allo sviluppo del Sud e ai fondi europei. Al centro della due giorni, l’innovazione quale leva per garantire una crescita economica, sostenibile, intelligente ed inclusiva –  Organizzato da FPA e Regione Campania

FORMAZIONE

Libera: E!State Liberi! Le proposte di campi per il 2019 sono online! Leggi qui

LETTURE sotto l’ombrellone

La Stampa – Flavia Amabile – La lunga marcia verso la scomparsa delle donne dalla Maturità Leggi qui

In genere – Il pilastro sociale che vuole la parità
Leggi qui

NOIDONNE – La PAS non esiste. Parola (scritta) di Maria Serenella Pignotti – di Ado Sattanino Leggi qui

Carla Petrocelli – IL COMPUTER È DONNA Leggi qui

Anna Simone e Ilaria Boiano: Femminismo Giuridico. Teorie e Pratiche Leggi qui

Massimo Bordin – Una passione unica. Sette anni di Bordin Line  – Il foglio

Giuseppe Marchetti Tricamo – Succedeva a Chicago in una Fredda Sera d’inverno – Ibiskos Ulivieri

La pace degli alveari (edizioni Paginauno, pp. 135, traduzione e introduzione di Sabrina Campolongo, postfazione di Valérie Cossy) è il diario segreto di Jeanne Bornand Leggi qui

E-book CambieRAI per non cambiare mai? Atti del convegno – Rete per la Parità e Donne in Quota – Disponibile su Amazon.it Leggi qui

E per bambine e bamibi: Cara Irene ti scrivo di Rosa Oliva e Monica Marelli con le illustrazioni di Francesca Lù –  disponibile  su IBS
Leggi qui

NEWSLETTER

ASKA News

ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile)  Guarda anche ASviSwebTV

ICF-CIF Newsletter n°66 dell’ICW-CIF

Guarda anche ASviSwebTVV

DEA

DOL’s Magazine

Fondazione Pubblicità Progresso

Fondazione Unipolis – Newsletter 

GIO

inGenere

NOI DONNE

Power&gender

Società Italiana delle Storiche

L’impresa sostenibile

2

Caserta – Venerdì 31 maggio – Pari opportunità per le donne e per le giovani generazioni. Un territorio sostenibile – Dal passato al presente – ore 9.20- 13.30 – Belvedere di San Leucio –  Rete per la Parità APS e Comune di Caserta in collaborazione con l’Università della Campania e Soroptimist Club di Caserta. Un evento all’interno del Festival ASviS 2019  Leggi qui

diapositiva1diapositiva2

Iniziative libere pomeridiane (su prenotazione)

Visita guidata al Belvedere di San Leucio su prenotazione . (durata 1 ora e mezza circa )

16.00 Trasferimento con auto proprie (car sharing su prenotazione ) alla Biblioteca Alfonso Ruggiero di Caserta per partecipare alle ore 17.00 all’inaugurazione della mostra di Toponomastica femminile Le Costituenti nella memoria (durata 1 ora e mezza circa).

La mostra “Le Madri della Repubblica”, ricorda, a 70 anni dall’entrata in vigore della Costituzione, il contributo delle ventuno donne presenti nell’Assemblea Costituente.

31maggiocaserta

LASCIA LA TUA MAIL NEL SITO NEL BOX IN BASSO A DESTRA E RICEVERAI GLI AGGIORNAMENTI IN AUTOMATICO

Per sostenere la Rete per la Parità:

1

SCARICA IL PROMEMORIA PER IL TUO COMMERCIALISTA E PASSAPAROLA

Inoltre:

– iscriviti, o paga la tua quota se già sei socia o socio.

– fa  una donazione tracciabile (con bonifico o carta di credito) e potrai detrarre l’importo  dalla tua prossima dichiarazione dei redditi.

Conto intestato alla Rete per la Parità Presso BANCA SELLA Piazza Santa Emerenziana 13/14/15, 0199 Roma.  IBAN IT 36 R 03268 03212 052896354321

IN EVIDENZA

 Per il Parlamento europeo si possono ancora votare due donne, ma  solo se accompagnate. Leggi l’articolo completo qui

1

In corso la consultazione Ue sulla Parità di Genere che consiste in un questionario disponibile online sul sito della Commissione, si chiuderà il 31 maggio 2019 a mezzanotte, ora di Bruxelles Leggi qui

 EVENTI

Milano – Mercoledi 8 Maggio – PERCHE’ L’EUROPA?  – ore 17,30 – Viale Piave, 8 –  Anna Gervasoni, professoressa di Economia e Gestione delle Imprese – Università C. Cattaneo  LIUC e Massimiliano Serati, Economista  LIUC Bs commenteranno il tema con ANDE Milano e le persone presenti.

Roma -14-16 Maggio – Forum PA –  Convention Center – La Nuvola Viale Asia, 41 – online il programma Leggi qui – mercoledì 15 maggio ore 13.00/ 14.45 cerimonia di premiazione del premio FORUM PA 2019 durante il convegno “Promuovere l’innovazione sostenibile, orientare il mercato: un nuovo ruolo del government” . Fa parte della giuria Rosanna Oliva de Conciliis Leggi qui

Milano – Giovedi 16 Maggio – presentazione de ‘Il femminismo delle zingare. Intersezionalità, alleanze, attivismo di genere e queer’ Laura Corradi – ore 14.30 – Dip. di Sociologia e Ricerca Sociale, Università Milano-Bicocca. Leggi qui

Roma –  Martedi 21 Maggio – Evento inaugurale del Festival dello Sviluppo Sostenibile – ore 9.30 – Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica Registrati qui

Roma –  Martedi 21 Maggio – Complessità della comunicazione: social media e confronto delle opinioni – ore 17.30 – organizzato da Soroptimist international e dal Consiglio Nazionale delle Donne Italiane – Circolo Ufficiali Forze Armate, Palazzo Barberini Via XX Settembre, 2 Leggi qui

Milano – Giovedì 23 maggio – Gli stereotipi sulle donne: quando ci si mettono anche i media… –  e presentazione di STEREOTIPI donne nei media – ore 18 – Associazione GiULiA Giornaliste – Casa della Cultura di Milano

Nola – Lunedì 27 maggio  – La violenza contro le donne: conoscerla, prevenirla, contrastarla – Rete per la Parità APS e Associazione Codice famiglia – ore 15-19 – Palazzo Orsini Leggi qui

Roma – Mercoledi 29 Maggio – DONNE INVISIBILI VERSO PECHINO +25. A CHE PUNTO SIAMO IN ITALIA – ore 14.00-18.30 Sala Parlamentino – Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza – Via di Villa Ruffo, 6 – Festival per lo sviluppo sostenibile ASviS 2019 Leggi qui

Caserta – Venerdì 31 maggio – Pari opportunità per le donne e per le giovani generazioni. Un territorio sostenibile – Dal passato al presente – ore 9.20- 13.30 – Belvedere di San Leucio –  Rete per la Parità APS e Comune di Caserta in collaborazione con l’Università della Campania e Soroptimist Club di Caserta Leggi qui

 

BANDI

Bando FERMENTI – L’uguaglianza per tutti i generi tra le sfide Leggi qui

Centro Agricoltori Italiani: Al via bando Ismea: 70 mln per acquisto terra da parte dei giovani Leggi qui

 

LETTURE

E-book CambieRAI per non cambiare mai? Atti del convegno – Rete per la Parità e Donne in Quota – Disponibile su Amazon.it

Nicola Lupo e Andrea Manzella – Il Parlamento Europeo. Una introduzione Leggi qui

Come difendersi dalla violenza? #hodettono l’ebook di Alley Oop. Leggi qui

 

NEWSLETTER

ASviS (Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile)  Guarda anche ASviSwebTV

DEA

DOL’s Magazine

Fondazione Pubblicità Progresso

Fondazione Unipolis – Newsletter N. 104

GIO

inGenere

NOI DONNE

Power&gender

Società Italiana delle Storiche

L’impresa sostenibile

 

2