Oggi, 2 dicembre è morta all’età di 102 anni Marisa Cinciari Rodano, deputata del Pci fin dalla prima legislatura, di cui era l’ultima ancora in vita. Arrestata sotto il fascismo per la sua attività nella Resistenza nelle file del Movimento dei Cattolici Comunisti e nell’attività dei Gruppi di difesa della donna. Cofondatrice dell’Udi, Unione donne in Italia, di cui è stata anche presidente, prima donna vicepresidente della Camera dei deputati.

Quell’8 marzo del 2011 ero lì, alla sua destra, accanto a Carla Cantatore di UDI Monteverde e da allora ho avuto l’onore e il privilegio di trovarmi accanto a lei in tante occasioni:  sempre disponibile a portare la sua preziosa testimonianza nell’impegno per la Parità. Ho potuto apprezzarne le grandi doti: la forza che le aveva permesso di affrontare e diventare protagonista della lotta al fascismo, la fermezza nel proseguire l’impegno politico nel partito, nel Parlamento e all’interno del Movimento delle donne, l’intelligenza nell’individuare gli obiettivi, gli strumenti e le strategie, la capacità di coinvolgere le donne, proseguita negli anni fino a un’età avanzata. Bellissima l’intervista rilasciata in occasione dei suoi cento anni.   Se ne va un pezzo della storia italiana e del Movimento delle donne.

Grazie, Marisa, per quanto hai fatto, grazie per aver accettato di essere Socia onoraria della Rete per la Parità.

Un abbraccio alla figlia Giulia e a tutta la sua numerosa famiglia da me e dal Direttivo della Rete per la Parità.

Rosanna Oliva de Conciliis

25 aprile: la testimonianza di Marisa Rodano, partigiana e deputata
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.